Ma dove son finito?

'sta storia del karma non mi aveva mai convinto: per me, finito il giro, finita la faccenda. Tutti a casa!

Erano idiozie new age, buone per impattarsi una che fa yoga o per sparlare, bevendo una birra.
Invece un cazzo: avevano ragione!
E non solo si ritorna, ma si può finire peggio di come te la raccontavano: la realtá supera la fantasia.
Fossi tornato me stesso o nei panni di una bionda o al posto di una persona normale, sarebbe stato accettabile.
Avrei preferito evitare un animale, almeno quelli sfigati. Dovendo, un bel cavallo sarebbe stato il top, o un elefante libero in natura. Un grosso alligatore. Roba maschia, insomma.
Invece...
Mai avrei pensato di ritornare quale lavastoviglie.
Ed eccomi qua: detto fatto.
Modello lusso, con serbatoio a parte per il brillantante. Ciclo domestico lungo, due ore e venti di lavaggio, risciacquo e scarico. 
Garanzia due anni, scatola con cinquanta pastiglie in regalo e possibilità di viaggio premio, spedendo la cartolina.
Mi mettono dentro di tutto, questi maiali: piatti unti, senza nemmeno spazzolarli prima. Tazzine orlate di rossetto, pentole grumose, forchette luride.
La padrona di casa, una avvinazzata, intasa la parte superiore del mio ventre con bicchieri sporchi di sancrispino.
Due bambinetti scemi, fratello e sorella di dieci, dodici anni, infilano tutto quel che capita. Ieri, dopo che piovve, due lumache vive. Finito il lavaggio, cotte, emanavano un fetore assurdo. Ce l'ho ancora nei sensori!
Il "capofamiglia", invece, non lo conosco. Credo che non abbia mai aperto il mio sportello e forse mi ha scambiata per la lavatrice.
Siamo tutte uguali, per lui!
Ogni tanto viene qualche ospite. Gentaglia che non conosce il mio funzionamento e mi maltratta. L'altro mese ho perso una ruota. Giorni fa, hanno messo il detersivo del bucato. Balordi.
Qua, in cucina, ho pochi rapporti con gli altri.
Scambio qualche mezza parola con la macchinetta del caffè,  quando a casa non c'è nessuno.
Nella vita precedente, era stata un avvocato. Simpatica, ha spesso aneddoti divertenti e cerchiamo di tirare avanti così, ammazzando la noia.
Ha sempre una parola di conforto, quando sono stanca, alla fine del ciclo, e le mie tubature espellono faticosamente il grasso dei cibi, che mi avvelenano come colesterolo.
Discutiamo su quanto tempo durerà la nostra condizione. Quanti anni funziona una lavatrice?
In quanti mesi inventano un nuovo modello di macchina per l'espresso?
Abbiamo cercato di fare amicizia con la pattumiera, ma non ci risponde.
Evasiva, seccata, saccente.
Fa la superiore.
Ci ha solo detto che, in vita, conduceva un programma televisivo.
 
Commento di Andrea Comisso 


©Il Meridiano di Trieste e Gorizia. Tutti i diritti riservati.
Testata giornalistica online iscritta presso il Tribunale di Trieste – Numero registrazione 12/2021 del 3 settembre 2021 - 3100/21 V.G.

Direttore Flavio Ballabani. Realizzato da Mittelcom.

Torna in alto